Eventi

“Operazione PHALCO”: attività fisica “su misura” per vincere il cancro

Il Progetto presentato venerdì 18 ottobre al Ministero della Salute

Leggi il comunicato stampa

Scarica il programma della conferenza stampa

Si sente spesso parlare dell’importanza dell’attività fisica nelle patologie oncologiche sia a scopo preventivo che dopo la diagnosi e durante i primi passi dopo l’intervento chirurgico.

Eppure oggi ben il 38% delle persone colpite da tumore è completamente sedentario, nonostante siano dimostrati i benefici dell’attività fisica nella prevenzione delle recidive e, più in generale, nel controllo della malattia.

È documentato che il movimento aiuti a combattere il cancro, a contrastare gli effetti collaterali delle terapie e a vincere l’ansia e la depressione, che colpiscono fino al 40% dei pazienti, ma sono ancora pochi gli oncologi che la consigliano e ancor meno i pazienti che la praticano.

Da qui nasce il progetto “Operazione PHALCO” (PHysicAL aCtivity for Oncology), che sarà realizzato nelle palestre di 4 città d’Italia e che coinvolgerà 60 pazienti, che si alleneranno per quattro mesi sotto la guida di trainer specializzati che li seguiranno in un percorso di attività fisica personalizzato, “su misura”, in relazione alle caratteristiche di ogni persona.

Il progetto, realizzato da Fondazione AIOM con il contributo dell’Università del Foro Italico e della Federazione Medico Sportiva Italiana (FMSI), si prefigge di strutturare un percorso post-operatorio di attività fisica adattata che possa diventare parte integrante dell’iter riabilitativo del paziente oncologico. Punto di partenza imprescindibile di tale operazione è la creazione di efficaci sinergie tra tutti gli attori coinvolti nel percorso: Oncologo, Chirurgo, Medico dello Sport e Laureato in Scienze Motorie.