News

Sfide attuali e prospettive future di un tumore della pelle poco conosciuto

In occasione dell’evento sul Carcinoma Cutaneo a Cellule Squamose (cSCC) organizzato da A.I.Ma.Me., il Presidente di Fondazione AIOM Fabrizio Nicolis ha preso parte alla tavola rotonda su “Governance della patologia: percorsi clinici assistenziali, organizzazione in rete ed engagement del paziente”

A.I.Ma.Me. – Associazione Italiana Malati di Melanoma è un’organizzazione senza scopo di lucro fondata nel 2015 grazie all’impegno di un piccolo gruppo di pazienti che hanno ravvisato in Italia la necessità di sviluppare e diffondere una corretta informazione e conoscenza sul melanoma, offrendo ai malati di melanoma indicazioni e supporto per affrontare la malattia e rappresentandone gli interessi.
Il 20-25% dei tumori cutanei è rappresentato dal carcinoma cutaneo a cellule squamose (cSCC) il secondo tumore della pelle per mortalità dopo il melanoma, con un’incidenza in aumento, stimabile in oltre il 50% negli ultimi 30 anni.
L’evento segna l’inizio di un percorso che A.I.Ma.Me. intende intraprendere per portare in luce questa patologia non solo nelle sue accezioni cliniche e scientifiche ma anche per il suo portato in termini di unmeet need, impatto sociale e di sistema. In particolare, A.I.Ma.Me. si propone di creare all’interno della sua realtà associativa un gruppo di lavoro multifunzionale dedicato al cSCC, con il principale obiettivo di svolgere un’azione di aggregazione del vissuto e di supporto al soddisfacimento delle domande di cura dei pazienti.
L’incontro delle personalità del mondo scientifico, della ricerca e della clinica con gli Onorevoli rappresentanti istituzionali intende promuovere la sensibilizzazione, la condivisione e la messa a fattor comune delle reciproche conoscenze, ed essere così occasione per l’individuazione di percorsi di collaborazione tesi al più alto valore “Salute”.